Club de Regatas Botafogo

Nel 1 luglio del 1894, nacque nella spiaggia del Botafogo il CLUB DE REGATAS BOTAFOGO. Il club conquistò questo nome in onore allinsenatura del quartiere dove competevano le sue barche. La sede era in una villa, demolita, al sud della spiaggia del Botafogo, accostato sul 'Morro do Pasmado', dove oggi finisce il Corso Pasteur. Nel 1889, sorse una leggenda nelle acque della Baía de Guanabara, limbarcazione 'botafoguense' Diva, la quale vinse tutte le 22 REGATE che ha disputato, consacrandosi campione carioca. Il Club de Regatas Botafogo fu il primo club carioca campione brasiliano di una modalità esportiva: di canottaggio, nel campionato realizzato a Rio de Janeiro, in ottobre del 1902, con la vittoria dellatleta Antônio Mendes de Oliveira Castro, il quale, alcuni anni dopo sarebbe diventato il presidente del club. I fondatori del Club de Regatas Botafogo: Alberto Lisboa da Cunha, Arnaldo Pereira Braga, Arthur Galvão, Augusto Martins, Carlos de Souza Freire, Eduardo Fonseca, Frederico Lorena, Henrique Jacutinga, João Penaforte, João Teixeira, José Maria Dias Braga, Julio Kreisler, Julio Ribas Junior, Luís Fonseca Quintanilha Jordão, Oscar Lisboa da Cunha e Paulo Ernesto de Azevedo.

Botafogo Football Club

Nel 1904, sorge nel quartiere del Botafogo un nuovo club di calcio, lElecto Club, primo nome dato al Botafogo Football Club. Lassociazione nacque da una conversazione tra due amici durante una lezione. Flávio Ramos e Emmanuel Sodré studiavano alla scuola Alfredo Gomes e, durante una lezione di algebra, nasceva la prima idea di fondare un club, da un biglietto passato da Flávio a Emmanuel, il quale diceva: 'LIthamar ha un club di calcio in via Martins Ferreira. Fondiamone un altro nel Largo dos Leões? Possiamo parlarne con i Wernech, Arthur César, Vicente e Jacques.'. E così, tutto è cominciato. Questo biglietto fu intercettato dal professore di matematica, generale Julio Noronha, il quale avvertì non essere il momento giusto per discorso del genere, risaltando, però, che appoggiava qualsiasi idea sulla pratica dello sport. Fu dato allora il primo passo per la nascita del Glorioso. Nella stessa sera, Flávio Ramos ha parlato con Octavio Werneck, in via Voluntários da Pátria, e l ha invitato a creare il nuovo club. Finalmente, nel pomeriggio del 12 agosto del 1904, il club fu formato da un gruppo di studenti di età compresa tra i 14 e 15 anni, nel villino di un vecchio casone in rovina di via Conselheiro Gonzaga, allangolo con via Humaitá e Largo dos Leões, gentilmente ceduto ai ragazzi da Dona Chiquitota, nonna materna di Flávio, grande amica e vera madre del club che stava per nascere. I ragazzi che abitavano nel quartiere del Botafogo, si riunirono con gli altri amici in un casone nel Largo dos Leões per fondare lElectro Club. Questo fu il primo nome dato al Botafogo, perchè I ragazzi decisero di far pagare ai soci la mensalità e trovando un talloncino di un estinto club con lo stesso nome, lo adottarono. Però lElectro Club durò fino al 18 settembre, quando fu realizzata unaltra riunione a casa della nonna di Flávio, Dona Chiquitota, la quale si spaventò quando seppe il nome del club, e allora, argomentò: 'ORA, abitando qui dove voi abitate, il nome del club deve essere senzaltro Botafogo', gli consigliò Dona Chiquitota. E così fu fatto. Il club allora fu nominato Botafogo Football Club. La prima partita amichevole avvenne nel 2 ottobre 1904, contro il Football and Athletic Club, nella Tijuca: sconfitta di 3 x 0. La prima vittoria succederà soltanto alla seconda partita, il 21 maggio 1905, sul Petropolitano, 1 a 0, gol di Flavio Ramos. Nel 1906, la squadra partecipò al primo Campionato Carioca. Nel anno seguente, vinse il campionato pareggiando con il Fluminense, il titolo fu riconosciuto solo nel 1996. Il primo Campionato Carioca conquistato e festeggiato immediatamente dopo il fischio finale fu nel 1910. Con una campagna irreprensibile, segnata da sette gols, il club non solo fu campione ma anche acquistò il sopprannome di Glorioso. Due anni più tardi, vinse il nuovo titolo carioca. Negli anni 30, un altro periodo glorioso. La squadra conquistò il tetracampionato carioca, dal 1932 al 1935, fatto inedito a Rio de Janeiro. Così nacque il Botafogo Football Club, il quale dopo trentotto anni di esistenza si unì con l altro Botafogo, di Regate, dando inizio al 'Botafogo de Futebol e Regatas'. Fondatori: Álvaro Werneck, Arthur Cesar de Andrade, Augusto Paranhos Fontenele, Basílio Viana Junior, Carlos Bastos Neto, Emanuel de Almeida Sodré, Eurico Viveiros de Castro, Flávio da Silva Ramos, Jacques Raimundo Ferreira da Silva, Lourival Costa, Octávio Werneck, Vicente Licínio Cardoso.

Botafogo de Futebol e Regatas

Il Botafogo de Futebol e Regatas nacque ufficialmente nel 8 dicembre 1942, avvenuto dalla fusione dei due club con lo stesso nome: il Club de Regatas Botafogo e il Botafogo Football Club. I due club avevano la loro sede nel quartiere del Botafogo, nella Zona Sud di Rio de Janeiro, e si unirono dopo un triste fatto. Nell11 giugno 1942, I due club disputavano una partita di pallacanestro del Campionato Statale e latleta, del Botafogo F.C., durante lintervalo, cadde sulla quadra, vittima di un arresto cardíaco fulminante. La partita fu sospesa ai 10 minuti dalla fine, quando il punteggio segnava CRB 21 x 23 BFC. Il corpo di Albano uscì dalla sede del Generale Severiano e, quando passava davanti al Mourisco Mar, il presidente del C.R.Botafogo, Augusto Frederico Schimidt, disse: 'Comunico ora ad Albano che la sua ultima partita ha risultato in una netta vittoria. Il tempo che resta della partita interotta, i nostri giocatori non competeranno più.' Il presidente del Botafogo Football Club, Eduardo Góis Trindade, rispose: 'Nelle dispute tra i nostri club potrà esserci solo un vincitore, il Botafogo!' Schmidt allora sigillò la fusione: 'Che altro sarà necessario perché i nostri due club siano uno solo?'. Con la fusione furono fatti solo tre alterazioni: la bandiera perse lo scudo delle lettere intrecciate del BFC e acquistò la stella solitaria del Club de Regatas Botafogo; la squadra cominciò a utilizzare pantaloncini neri e la bandiera acquistò un rettangolo nero, con una stella bianca allalto. Negli anni 30, durante la scissione tra gli amatori e professionali, il Botafogo conquistò lunico tetra del Campionato Carioca, rappresentato da quatro stelle sopra lo scudo nella camicia. Attualmente, però, il Botafogo non utilizza più queste stelle complementari, lasciando solo quella dello scudo e facendo valere il soprannome di 'Estrela Solitária'. Il primo titolo avvienne sei anni dopo, nel 1948, con Carlito Rocha come direttore e il cane Biriba come mascotte, sconfiggendo in General Severiano il leggendario Expresso da Vitoria, del Vasco da Gama. Gli anni che seguirono furono stati segnati da vittorie e idoli. Nel 1957, il titolo carioca fu conquistato con una storica segnalazione: 6 a 2 sul Fluminense. La squadra 'bianconera' riunì fenomeni come Garrincha, Nilton Santos, Didi, Quarentinha, Amarildo, Paulo Valentim e Zagallo, vincendo tre Campionati Statali, tre Rio-São Paulo e servendo di base per la Selezione Brasiliana che vinse le Coppe del Mondo nel 1958 e nel 1962. Altra squadra gloriosa fu quella del 1967-1968, che vinse il bicampionato carioca e la 'Taça Brasil'. Il ritorno dei titoli cominciò il 21 giugno del 1989, nella storica vittoria di 1 a 0 sul Flamengo, rompendo il digiuno di 20 anni con una campagna invitta. Lanno successivo venne il bi, nel 1993 la Copa Conmebol e, nel 1995, il Campionato Brasiliano, comandato da Tulio, Gonçalves e Donizete, e altri. Nello stesso anno, il club ritornò allantica sede, dove i tifosi festeggiarono la 'Taça Guanabara' (con il 100% di profitto) e il Campionato Statale del 1997. Per completare il decennio, il tetracampionato del 'Rio-São Paulo' nel 1998. Come niente è facile per il Botafogo, il club passò di nuovo per difficoltà. La peggiore di queste fu che la squadra passò per la Serie B nel 2002. Lanno successivo, però, abbracciato dai tifosi, la squadra ha garantito laccesso. In ricostruzione, il Botafogo vinse il campionato Carioca nel 2006 ed è arrivato a tre finali consecutive negli anni seguenti. Parallelamente a questo, nel 2007 vinse la licitazione per amministrare lo Stadio Olimpico Nilton Santos durante 20 anni.In 2010, Botafogo ha vinto il Campionato Carioca così storico, con 6 gol contra 0 di Vasco per la conquista della Tazza Guanabara, Tazza Rio e lo Campionato dello Stato, senza avere bisogno di giocare la finale. Nella partita decisiva, una vittoria di 2-1 sul Flamengo, con un 'panenka penalty' di Loco Abreu (come quelle di Andrea Pirlo) e Jefferson difendendo una pena di Adriano.



La prima partita del Botafogo Football Club ha avuto luogo il 2 ottobre 1904, una partita amichevole contro il calcio e Athletic Club, ai latests campo di gioco, che è stato situato in Rua Haddock Lobo, al quartiere di Tijuca. Botafogo ha perso per 3 a 0 con la seguente squadra: Flávio Ramos, Victor Faria e João Leal; Basílio Vianna, Octavio Werneck e Adhemaro De Lamare; Norman Hime, Itamar Tavares, Álvaro Soares, Ricardo Rego e Carlos Bittencourt. La prima vittoria sarebbe arrivata solo il 21 maggio 1905, in una partita amichevole contro Metropolitano, in un campo pubblico a Rua Voluntários da Pátria: Botafogo 1X0, segnato da Flávio Ramos. La seconda vittoria sarebbe contro Colégio Militar. Dopo di che, è arrivata la vendetta contro l"Athletic: 2 X 1, il 4 giugno. Infine, nel 1906, la partita del primo Campeonato Carioca de Futebol, organizzato dalla Liga Metropolitana, fondata il 21 maggio 1905, con i seguenti club: América, Atletico, Bangu, Botafogo, Fluminense e Petropolitano. Il campionato era per aspiranti giocatori, da prima e seconda fila, che hanno fatto le gamespreliminaries. Botafogo è diventato il primo club da Rio de Janeiro a vincere un titolo. La Gloriosa è stato il campione del secondo rango, la concorrenza avviene prima con i primi rango, che è stato vinto dal Fluminense. Ma la conquista del primo rango non ci volle molto tempo; è venuto nel 1907 in modo polemico: il titolo è stato condiviso con il Fluminense, il suo più grande rivale al momento. Il match classico tra le due squadre, anni più tardi, ha ricevuto dalla stampa titolo Clássico VOVO (che si traduce in nonno Classic) il match più antico del calcio brasiliano. Ma il titolo più importante del decennio è stato nel 1910, quando Botafogo divenne noto come il Glorioso, aggettivo dato dopo la straordinaria vittoria di 6X1 contro il Fluminense. Dopo aver vinto il terzo titolo nel 1912 nel nuovo campionato ha fondato, AMEA (dopo aver avuto un litigio con l"America e l"abbandono del Carioca League), Botafogo entrò in un lungo periodo senza vincere tutti i titoli di stato (18 anni). D"altra parte, il club ha vinto tornei e partite amichevoli contro squadre provenienti da altri stati e paesi, principalmente squadre europee, tra cui le squadre nazionali. Botafogo ha aumentato la sua proprietà, lasciando Largo dos Leões, a Humaitá, di trasferirsi a Rua General Severiano, dove il club itsheadquarter e lo stadio costruito. La sede monumentale; Palacete da Avenida Venceslau Brás (oggi un punto di riferimento indicato che conserva la sua struttura originaria) è stato inaugurato con una grande palla nel 1928 Lo stadio, con una capacità di 25 mila persone, è stato inaugurato dieci anni più tardi, il 28 agosto 1938, quando Botafogo ha vinto Fluminense da 3X2. Prima di allora, il 1 ° ottobre 1930, l"illuminazione OG campo al generale Severiano, che aveva una capacità di 8 mila persone, è stata celebrata con una partita tra Botafogo e Atlético Mineiro, vinto dal Botafogo da 6X3. L"incantesimo lungo a secco si concluse solo con la conquista del Campionato Carioca nel 1930.

Di fronte a 1920, 1930 e 1940 erano pieni di conquiste per il Glorioso. Durante questo periodo la squadra ha avuto quattro vittorie consecutive, essendo l"unica squadra a realizzare che tra squadre di Rio de Janeiro: 1932, 1933, 1934 e 1935 Botafogo era diventata la base della squadra brasiliana per i Mondiali del 1930, 1934 e 1938, rivelando al mondo la cavalla e più giocatori stella. Il club ha assunto i giocatori di altri club di Rio, in Brasile, in Argentina e Uruguay. Tra quei talenti spiccava il famoso Leonidas da Silva, detto "il diamante nero", che ha inventato il gol bicicletta durante una partita internazionale del Brasile contro l"Italia, nella Coppa del Mondo 1938. Generale Severiano divenne una fossa dei serpenti (slang dato a un luogo in cui vengono addestrati i migliori giocatori), con giocatori come Martim Silveira, Canalli, Paulinho Tovar, Carvalho Leite, Nilo Murtinho Braga, Patesko, pirica, Atila e Heleno de Freitas. Nel 1936, Botafogo, la cui fama ha attraversato il continente, hanno avuto il loro primo tour internazionale: hanno giocato nove partite in Messico e negli Stati Uniti, con 6 vittorie, 2 sconfitte e un pareggio. Anche se avevano un unico titolo carioca nel corso del 1940, quella del 1948, questo decennio è stato molto splendido per il teamshistory. Oltre accaparramento vittorie internazionali, il club assemblato grandi squadre, pieno di fuoriclasse, come Heleno de Freitas, Nilton Santos, Geninho, Gerson Santos, Ávila, Giovenale, Oscar Basso, Paraguaio, Pirilo, Oswaldo Baliza, Rubinho Octavio. La mascotte incredibile del campionato carioca del 1948 è stato il cane di nome Biriba, un cane bastardino bianco con una macchia nera, che è entrato in campo con i giocatori e divenne una leggenda internazionale. Il mascotsfame era così diffusa che Botafogo ha dovuto ingrandire le loro quote in dollari, durante i tour internazionali a causa di una clausola che richiedeva Biribaspresence per le partite. Prima della partita finale del campionato dello Stato nel 1948, contro il Vasco, tenutosi a General Severiano, Biriba soggiornato in un hotel, monitorata da un cane da guardia di nome Macaé. Biribas filetto mignon doveva essere provato dalla Macaé prima mascotte poteva mangiare. Questa misura è stata presa dal leggendario presidente Carlito Rocha perché i tifosi Vascos minacciato di avvelenare il cane a sconvolgere la squadra per il grande decisione. Con Biriba sul campo, Botafogo ha vinto la partita da 3X1 e ha ottenuto il titolo, anche dopo una serie di sconfitte a Vasco, che aveva una squadra molto forte ed era noto al momento come Expresso da Vitória (che si traduce in vittoria Express).



L"apertura di Estádio Mário Filho, noto come Maracanã, che è stato costruito per la Coppa del Mondo del 1950, ha avuto luogo il 16 giugno dello stesso anno, con una partita amichevole tra San Paolo e Rio de Janeiro statesteams. Il primo gol segnato al tempio del calcio mondiale è stato segnato da Didi. La partita si è conclusa con una vittoria per la squadra di São Paulos da 3X1. Botafogos prima partita nel nuovo stadio ha avuto luogo dopo la tragica partita in quale squadra del Brasile ha perso la partita finale in Uruguay da 2X1, il 16 luglio. La partita è stata un classico contro l"America per il Campionato Carioca. Il risultato è stato: sconfitta da 4 X 2, che è stata restituita alla rivincita con conseguente (2 X 1) e ha portato il rivale a perdere di Vasco un titolo che era praticamente già vinta. Prima di vincere il suo primo titolo allo stadio worldslargest, nel 1957, Botafogo ha rivelato al mondo in una partita contro Bonsucesso, il 19 luglio 1953 in General Severiano, il più grande fenomeno nella storia del calcio: Manoel Francisco dos Santos, il genio Mané Garrincha. In primo luogo ha giocato in Maracanã in un match classico contro il Flamengo, il 7 settembre. In Botafogosvictory da 3X0, Garrincha ha segnato il suo primo gol allo stadio e ha spinto il giocatore Flamengosside pazzo Giordania a causa di dribbling e passaggi incredibili. Consacrazione Manesdefinitive è venuto il 22 dicembre 1957, quando ha preso parte Flamengosdefense in una vittoria convincente da 6 X 2 Ha segnato uno degli obiettivi e assistito per gli altri 5, che sono stati segnati da Paulinho Valentim, un altro giocatore leggenda di Botafogos primo titolo vinto in Maracanã. La squadra super è stato diretto da un altro mito, João Saldanha, e aveva ancora altre stelle, quali: Nilton Santos, Didi, Pampolini, Quarentinha, Servilio, Beto, Tomé, Edson e Adalberto.



>Con la conquista del primo titolo mondiale per la squadra brasiliana, nel 1958, in Svezia, con una squadra che ha avuto Vicente Feola come allenatore, aveva anche oltre Zagallo, tre di Botafogosstars: Nilton Santos, Didi e Garrincha. Gli anni "60 sarebbero diventati il decennio d"oro per la gloriosa Botafogo. Manes Botabogo è stato due volte campione del Campionato Carioca nel 1961 e nel 1962, campione del Rio-São Paulo torneo del 1962 e 1964 e ha anche vinto numerosi tornei internazionali. Insieme con il Santos, Botafogo ha aperto una volta per tutte le porte del mercato europeo per i giocatori brasiliani. Questi club sono diventati la base per la squadra brasiliana, all epoca chiamato "Terra dei tacchetti", un espressione creata da Nelson Rodrigues, uno scrittore brasiliano. Ma il "Football Università", che era diventato generale Severiano, non si è fermata lì: dalla fine dellera Garrincha, il team ha rivelato non solo alla storia ma Botafogos ai worldsas bene unaltra stella: Jairzinho, Paulo César Caju, Roberto, Rogério , Nei Conceição, Carlos Roberto, Ferretti, Afonsinho, Cao, Moreira, Valtencir, Othon Valentim, tra gli altri, giocando insieme a tre stelle, Manga, Gérson e Sebastião Leonida, aventi Zagallo come il loro allenatore. Botafogo ha vinto di nuovo due volte il Campionato Carioca nel 1967 e nel 1968, e ha vinto anche il doppio della Taça Guanabara, di nuovo nel 1967 e 1968; e ha vinto la Taça Brasil nel 1968 il club tornò ad essere il fondamento per la squadra brasiliana, che avrebbe vinto per la terza volta la Coppa del Mondo, questa volta in Messico, nel 1970 cerano due allenatori responsabili di questa gloriosa campagna, sia dal Botafogo: João Saldanha durante le eliminazioni e Zagallo in Messico.

Dopo gli anni d oro, ci fu il Dry Spell. E iniziato con la perdita del titolo di stato del 1971 al Fluminense. Nella partita finale, Fluminensesplayer Lula ha segnato un gol due minuti prima del fischio finale, quando tutti Botafogo aveva bisogno era un punteggio legato. L obiettivo fatale è stato segnato dopo un fallo di gioco da Marco Antônio sul portiere Ubirajara Mota, ma l arbitro José Marçal Filho, dopo una lunga discussione, non ha ritenuto il fallo di gioco, confermando Fluminensesvictory. Questo obiettivo è ancora in discussione fino ad oggi e stigmatizzato Marçal per il resto della sua vita, e segna anche l inizio della Dry Spell 20 anni per il Botafogo, che sarebbe finita solo nel 1989. Ma Botafogos cavalleria non era solo all interno dei campi. Il club ha dovuto vendere nel 1976 la sua sede sociale, nonché il suo famoso stadio, a Vale do Rio Doce, come pagamento del debito fiscale. La sua proprietà sarebbe stato recuperato solo nel 1994, come a presagire un grande anno 1995, con la conquista del Campionato Brasiliano, in un match finale contro il Santos. Durante questo periodo critico, Botafogo è stato trasferito a Marechal Hermes nei sobborghi di Rio. E venuto solo alla sua casa, e la sua traiettoria di glorie, qualche tempo dopo. Sul campo, il titolo Carioca è stato vinto di nuovo nel 1989, imbattuto, il 21 giugno, la seconda partita della decisione agaist Flamengo, con punteggi gol di Mauricio. Botafogo ha vinto il titolo di nuovo nel 1990, su Vasco.

Gli anni 90 sono stati riempiti con più conquiste di Botafogo. Tutto è iniziato con Conmebol nel 1993, in un finale elettrizzante contro il Peñarol, al Maracanã, ha deciso di calci di rigore dopo la fine drammatica con il punteggio di 2x2 nel tempo regolare. A seguito di che, è venuto il Campionato Brasiliano, ha vinto anche in un altro drammatico finale, questa volta, contro il Santos, con il punteggio di 2X1 nella prima partita a Maracanã, con i gol di Gottardo e Túlio, e una cravatta da 1X1 allo stadio Pacaembu , a São Paulo, segnato da artiglieria uomo Túlio Maravilha (Maravilha significa meraviglioso). Questo titolo avrebbe potuto venire prima, nel 1992, quando Renato Gaúcho ha perso la partita finale di Flamengo dal 3X0 nella prima partita finale e 2X2 nel secondo. Nel 1996, il club ha vinto la Taça Cidade Maravilhosa, imbattuto con sei vittorie e un solo pareggio. Nello stesso anno, il Botafogo ha vinto la Taça Tereza Herrera, sconfiggendo Deportivo La Coruña e Juventus, da Itália. Nel 1997, dopo una spettacolare campagna, Botafogo ha vinto ancora il campionato Carioca, sconfiggendo Vasco nel secondo match della decisione da 1X0, segnato da Dimba, obiettivo conosciuto come "o gol da Dimbalada". Per arrivare al titolo, la squadra ha vinto con una campagna imbattibile e invisibile la Taça Guanabara (12 partite, 12 vittorie, due di loro contro Vasco Vasco) e la Taça Rio (otto partite, quella finale contro il Fluminense). Ma c era anche un grande inganno: di fronte a 111.000 fans fanatici, il più grande gruppo pubblico unico mai nello stadio, Botafogo non può andare oltre un 0X0 punteggio pareggio contro la Juventude, nella finale di Copa do Brasil, perdendo il titolo di il Club di Rio Grande do Sul.



Il nuovo secolo non ha cominciato bene per Botafogo. Nel 2002, dopo una brutta campagna, il team è stato retrocesso alla seconda divisione del campionato brasiliano a fianco Palmeiras. La squadra è andato in una grave crisi politica e finanziaria, ma ha trovato la forza di recuperare nel 2003 Con il supporto dei suoi fedeli fan, girato stadio Caio Martins in una pentola bollente con una squadra modesta, ma depositato presso resistenza, ha trovato la via del ritorno in Prima Divisione, ancora una volta al fianco Palmeiras, che è stato il campione della seconda divisione di quell anno. Nel 2006, con Carlos Roberto come allenatore e anche uno degli idoli della storia Botafogos, la squadra ha vinto nuovamente il campionato Carioca dopo due belle partite finali: 3X1 contro l America, per Taça Guanabara, e 2X0 e 3X1 contro il Madureira, per il titolo decisione. Nel 2007, in termini di proprietà, Botafogo ha ottenuto uno dei suoi più grande vittoria: il club ha vinto un contenzioso contro il Fluminense per la proprietà del bello e moderno stadio Estadio Olimpico Nilton Santos, costruito dal Comune di Rio per i Giochi Panamericani di 2007 lo stadio, che divenne noto come Nilton Santos grazie alla sua posizione nel quartiere di Engenho de Dentro, lato nord della città, è stato inaugurato il 30 giugno 2007 con la vittoria Botafogos contro il suo antico rivale Fluminense, da 2X1 con due gol di Dodo, contro 1 segnato da Alex Dias. Oggi, lo stadio è chiamato Stadium di Rio.


Norsk